15 Febbraio Officina “I luoghi della memoria” Villetta De Nava ore 16.30

di Rossella Bruno

La memoria, filo conduttore della grande storia e di ogni piccola vita. Attraverso i luoghi della nostra memoria ricostruiamo noi stessi, e la memoria è essa stessa un luogo virtuale in cui ritrovarsi.

La memoria è un panorama di colonne e capitelli spezzati, caro B., e noi ci aggiriamo in quei luoghi sulla pista di noi stessi, con la disposizione di archeologi che rimettano ordine tra quelle pietre, ricostruiscano laddove ci siano lacune, soffino la vita a una durata e a una profondità smarrite.
Pierluigi Cappello Questa libertà

 L’esigenza di dare una fisicità alla memoria è innata: si pensi al rito della sepoltura e della visita al sepolcro. Le tombe sono forse inutili per i morti, Continua a leggere

Parlando di J.K.Chesterton in attesa del Convegno

In previsione della giornata conclusiva del XIII Convegno “Letteratura e follia” (14-16 Aprile) in cui una rappresentanza di studenti incontrerà i relatori don Fabio Bartoli, Paolo Pegoraro e Sabina Nicolini con interventi su Chesterton e in particolare de “Il poeta e i pazzi”, Stas’ Gawronski tiene una serie di incontri per aiutarli a documentarsi sul tema. Il primo incontro si è svolto alla Villetta “P. De Nava” ed è stato accolto con entusiasmo dai giovani. Pubblichiamo qui di seguito l’intervento di Demetrio Marino, uno degli studenti interessati dal progetto.

Faccia a faccia con Gabriel Gale: una fuga dalla normalità alla ricerca della follia di Demetrio Marino

“Guardate questo telefono, cosa ci vedete?”.

È proprio con questa domanda che si apre il primo forum di lettura organizzato dall’associazione “Pietre di scarto” curato dalla Prof.ssa Ferro e che si concluderà nel corso del  13° Convegno Nazionale “LETTERATURA E FOLLIA”. Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.