Riprese le attività dell’Associazione Culturale “Pietre di scarto”
Laboratorio di lettura
Villetta “P. DE NAVA”

Nei suggestivi locali della Villetta “P. De Nava”, gentilmente concessa, sono ripresi lunedì 5 ottobre 2015, alle ore 17, i consueti Laboratori proposti dall’Associazione Culturale “Pietre di Scarto”: continueranno il primo lunedì di ogni mese, dalle ore 17.00 alle ore 18.30, secondo il calendario esposto presso la Biblioteca “P. De Nava” e nelle librerie della Città. Cercheremo di dare dei brevi report per chi qualche volta non può partecipare, ma vuole mantenersi informato.
Il Laboratorio di lettura ha dato l’avvio alle attività dell’Associazione con la gradita sorpresa di volti nuovi tra gli interessati ai libri e alla lettura. La coordinatrice ha ricordato le finalità e le modalità di svolgimento del Laboratorio, che lo distinguono nettamente da altre attività collegate ai libri e alla letteratura. E’ un aperto confronto tra i partecipanti sulle impressioni e riflessioni che la lettura suscita in ciascuno per promuovere la lettura consapevole, potenziare la capacità di vedere e di valutare del singolo con l’apertura al punto di vista dell’altro e facilitare la comunicazione attraverso lo scambio dei punti di vista e delle prospettive critiche. Il dialogo è agevolato dall’attenzione orientata esclusivamente sui testi portati dai partecipanti, non sugli autori o sulla loro vita, e dall’apertura al punto di vista dell’altro nella convinzione che la ricchezza del testo letterario consente interpretazioni varie da parte del lettore: nel laboratorio ci si comunica reciprocamente vari punti di vista, emozioni scaturite dal testo, non si dibatte su quale delle posizioni o interpretazioni sia la più giusta. Importante anche il rispetto di un determinato limite di tempo che impedisce lunghe disquisizioni di chi vuole semplicemente mostrare la sua preparazione accaparrandosi l’attenzione degli altri. Frequentare un laboratorio di lettura, soprattutto per i più giovani, può servire ad apprendere l’arte difficile di comunicare nella piena libertà di espressione, ma anche nel massimo rispetto delle opinioni degli altri che non sono concorrenti, ma persone capaci di condividere ciò che il testo ha suggerito e di ampliare il proprio punto di vista arricchendosi con quello degli altri partecipanti. Il laboratorio aiuta l’informazione, anche per l’abitudine dei partecipanti di portare fotocopie del brano scelto in modo che gli altri possano seguire meglio ed avere un assaggio di testi diversi, che può orientarli nelle scelte dei libri da leggere.

Questi i testi da cui sono stati tratti i brani scelti dai partecipanti per il primo appuntamento:

Sono contrario alle emozioni- Diego da Silva
Il canto del crepuscolo-Helen Humphreys
La quercia e la rosa- Ludovica de Nava
So dare ferite perfette- (dalla raccolta Senza polvere senza peso) Mariangela Gualtieri
I figli della mezzanotte- Salman Rushdie
Il letto disfatto- Françoise Sagan
Commiato: divieto di dolersi- John Donne
Restare in vita- (da Novelle da un minuto) István Örkény.

Annunci