scrivereIl primo Laboratorio di scrittura “Carta, penna e … ” del 2014 inizia con un esercizio di riscaldamento un po’ strano:
Raccontate in 5 minuti una breve storia utilizzando i vocaboli che, per quanto, non sapevo, volendo, difficilmente, chiunque, poiché.
L’esercizio riscuote un discreto successo, anche se non c’è il tempo per storie complete, ma solo per inizi di storie buffe, strampalate, che potrebbero avere diversi sviluppi.
Da questi abbozzi prende il via la lettura degli incipit di romanzi molto conosciuti,
L’eleganza del riccio di Muriel Barbery,  Uno Nessuno e Centomila di  Luigi Pirandello,  Attentato di  Amélie Nothomb,  Seta di  Alessandro Baricco,  Evaluna di Isabel Allende,  A ciascuno il suo di  Leonardo Sciasci,
e si discute sulla diversità e l’importanza degli incipit.
L’esercizio che viene proposto richiede di scrivere una storia mettendo all’inizio (oppure inserendo nel corso della narrazione) la frase  “Lui/lei non sapeva se fosse un buon segno o l’inizio di una catastrofe “.
Dopo i soliti dieci minuti leggiamo i racconti: ci entusiasmano tutti, anche se si tratta di storie scritte in pochi minuti e che avrebbero bisogno di una revisione.
Nei post successivi ne riporteremo alcuni.

 

                                           

Annunci