Il libro è un semplice oggetto incompiuto, se non siamo noi lettori a dargli vita. Il libro è semplicemente in attesa di essere se stesso, se non siamo noi a penetrarne il pensiero e a mettere in ballo tutte le nostre aspettative dal momento in cui, iniziando a leggere, decidiamo di “intraprendere un dialogo interiore con pensieri non nostri”.

E’ proprio su questo che si sono confrontati i relatori venuti a Reggio per l’ultimo Convegno Nazionale sulla Letteratura ed anche Saverio Simonelli, vicecaporedattore de La Compagnia del Libro, programma televisivo e sito web dedicato alla letteratura, se ne è occupato, realizzando proprio durante il convegno delle interviste ad alcuni dei nostri ospiti.

Annunci