Da una selezione dei testi prodotti tra ottobre 2009 e maggio 2010 durante gli incontri del laboratorio di scrittura creativa “Carta, penna e…“, organizzati da Pietre di scarto presso la Libreria Universalia, a Reggio Calabria

a cura di Domenico NAVA e Romina ARENA


Il nostro laboratorio “Carta, penna e…” stava per concludersi; sentivamo di doverlo chiudere stringendoci come gruppo intorno a qualcosa: un reading che ci permettesse di condividere con chi lo avesse voluto il frutto del nostro “impegno letterario”.
Creare questa occasione sembrava arduo, con i giorni che avanzavano e l’estate che si avvicinava. Ma la data la sapevamo dentro di noi un po’ tutti e con una semplice, ma chiara, condivisione dei compiti siamo arrivati al 5 luglio per ritrovarci tutti insieme.
Ognuno di noi, senza alcun bisogno di solleciti, silenziosamente ma attivamente ha cooperato per organizzare l’evento, insieme alla coordinatrice del Laboratorio.
Con un piccolo passaparola si dava appuntamento agli amici e ai conoscenti presso la libreria Universalia; questo nome così circolava insieme all’informazione del gruppo e chi non sapeva di questa piccola realtà del nostro bosco culturale, poteva finalmente conoscerla.
Dov’è? Ma cosa farete? Proverò ad esserci! Ci sarò!
Ognuno degli invitati si poneva verso questa iniziativa con curiosità e il desiderio di liberare la voglia d’ascolto che nella confusione della realtà sembra talvolta impossibile trovare.
Così in una serata pienamente estiva, al calar del sole nella piccola libreria si affollavano persone di età diversa e di amicizie che venivano a conoscere i nostri lavori. La musica di Pino Scambelluri accompagnava in sottofondo le letture,  inframmezzate da brani  toccanti  e  significativi  di  Concato, De Andrè, Capossela,
Sting.
Al calore della sera estiva si sostituiva l’attenzione verso chi esordiva tra emozione e orgoglio.
Soprattutto ci ha colpiti e divertiti l’esordio innocente e puro della piccola Daniela Vattimo, di soli sei anni, che ha letto il suo breve racconto tra lo stupore di noi tutti che durante i laboratori non abbiamo mai avuto il piacere di sentirla: scriveva, ma si rifiutava di leggere.
La serata si è poi conclusa con un brindisi ed un piccolo rinfresco tra le curiosità dei partecipanti e la promozione dell’opera fondamentale, sul piano culturale, dei laboratori.
La sorpresa finale è stata la notizia del trasferimento della Libreria Universalia che traslocherà, già in agosto, in più ampi e organizzati locali.
Credo sia rincuorante sapere che anche al sud vi è modo, con l’impegno di pochi,  di realizzare occasioni in cui la cultura sappia essere quel ponte capace di cementare le conoscenze ed avvicinare le persone chiunque esse siano.

Hanno partecipato al Laboratorio di scrittura e al reading:
Arena Romina
Canale Demetrio
Crisarà Rita
Grasso Rosa
Nava Domenico
Panzera Lydia
Vattimo Daniela

Annunci